Il confronto delle quote nelle scommesse e la sua importanza

Oggi voglio approfondire un concetto che esprimo in molti degli articoli che scrivo, e su cui credo che non insisterò mai abbastanza: il confronto delle quote tra i vari bookmaker prima di effettuare una puntata.

Una delle cose che differenziano lo scommettitore principiante da quello più evoluto è la presenza su più piattaforme di gioco.

Un giocatore principiante, infatti, solitamente si limita ad aprire un conto di gioco online su un sito che in quel momento gli offre un bel bonus di benvenuto, oppure su un sito che gli sembra particolarmente gradevole dal punto di vista estetico o che ancora presenta a prima vista un elevato indice di usabilità (ossia facilità di navigazione, selezione dell’incontro e puntata).

Tutte cose giuste e sacrosante, ma il problema principale è che una volta aperto quel conto, sia per pigrizia che per scarse conoscenze, il nostro amico rimarrà su quella piattaforma per sempre.

Uno dei pochi e sfortunati casi che possono spingere l’inesperto a cambiare conto è la perdita di tutto il suo budget. Al momento di dover versare altri soldi, infatti, è possibile che si guarderà attorno e aprirà un nuovo conto su un altro sito che gli garantisce un bonus per i nuovi iscritti.

La questione principale che viene ignorata in un comportamento di questo tipo è che ogni bookmaker per ogni evento o quota si comporta diversamente da ciascun altro, e questo determina discrepanze molto consistenti a lungo termine tra quanto si punta e la vincita potenziale.

Facciamo un esempio pratico ricorrendo all’utilissimo sito confrontaquote.it, dove puoi simulare una giocata e vedere la quota risultante presso i principali siti di scommesse online.

 

confronto quote

Come sicuramente avrai capito vedendo l’immagine qui sopra, a parità di giocate spesso cambiano, e anche di molto, le possibilità di vincita.

Seguendo l’esempio riportato, un’ipotetica giocata

chievo roma x2

sassuolo frosinone 1

palermo fiorentina over 1,5

lazio carpi over 1,5

sarà quotata 3,46 volte la posta su Unibet, 3,30 volte la posta su Gazzabet, 2,95 volte la posta su Paddy Power e così via.

Questo cosa significa in concreto?

Significa che se puntassi 100 euro su questa giocata e risultassi vincente, Unibet mi accrediterebbe 346 euro, Gazzabet 330 e PaddyPower 295.

C’è grande differenza tra 346 euro e 295, ben 51 euro ossia il 51% in più della mia puntata iniziale!!!

Ovviamente lo stesso discorso può essere fatto in piccolo con puntate da 10 euro (solo che l’occhio poco allenato non vedrebbe una grande differenza tra il vincere 34,6 euro e 29,95 euro, non tale almeno da giustificare l’apertura di un account su Unibet se si sta giocando su Paddy Power), così come su puntate anche molto più alte (se puntassimo 500 euro, la discrepanza tra 500×3,46 e 500×2,95 sarebbe addirittura di ben 255 euro, ossia la differenza tra la vincita di 1730 euro nel primo caso, e di 1475 nel secondo): quello che non dobbiamo perdere di vista è LA PERCENTUALE, ossia quel 51% di cui parlavo prima.

Ora, la cosa importante che voglio spiegarti è che anche se stiamo giocando importi bassi è assolutamente vantaggioso, anzi direi proprio FONDAMENTALE, andare alla ricerca della miglior quota disponibile sul mercato per la giocata che abbiamo in mente.

Questo per diversi motivi: innanzitutto per massismizzare le vincite di per sé, ma anche per avere un piccolo vantaggio sui bookmaker, in quanto essendo liberi di scegliere noi quale offerta (quota) è la più vantaggiosa, stemperiamo almeno un po’ la discrepanza tra noi e il banco.

Un altro punto importante che devo sottolineare è che per ogni giocata che decidiamo di fare, sia in singola che in multipla, le cose cambiano, e un bookmaker che prima era il più vantaggioso ora potrebbe non essere più tale:

confronto quote2

Modificando la mia giocata, ho ottenuto diversi valori di quote, e adesso il bookmaker più conveniente è Betclic. Questo ci fa capire che per ogni giocata abbiamo un sito di scommesse online che offre una quota migliore di un altro, e che variando la giocata (o il periodo un cui la confrontiamo, a volte con cambiamenti repentini nel giro di poche ore in quanto i bookmaker aggiornano costantemente le proprie qute) potremo avere risultati diversi. Non esisterà quindi mai un sito di scommesse online più conveniente di altri, e se vogliamo massimizzare le nostre vincite, cosa fondamentale per ovviare alle perdite che necessariamente avremo nel corso della nostra avventura di scommettitori, dovremo utilizzare più piattaforme di gioco.

Adesso che ho spiegato l’importanza di avere più conti gioco ti sembrerà che le cose si complichino a dismisura. In realtà niente affatto, basta tenere presenti due semplici cose: il numero di siti a cui iscriversi e le modalità di versamento/prelievo di denaro.

Sul primo punto, io mi sono regolato iscrivendomi a 5 bookmakers. Gestirne di più sarebbe certamente più conveniente, ma ho reputato che non dedicandomi full time al mondo delle scommesse e non volendo impazzire dietro decine di siti, cinque mi è sembrato un buon compromesso tra varietà di offerta e occasioni di vittoria. I criteri che mi hanno portato a scegliere i miei cinque favoriti, che sono nell’ordine Unibet, PADDY POWER, SNAI, BWin e BETCLIC ci sono stati fattori legati al momento storico della mia iscrizione (bonus di benvenuto e condizioni varie), alla facilità di utilizzo del sito, alla serietà dello stesso e alla facilità di versare/prelevare denaro.

Il secondo punto è legato a questa mia ultima considerazione. Giocare su più conti non deve mai significare caricare tutti e lasciarci il denaro in attesa di giocarlo, sarebbe un’inutile immobilizzazione e creerebbe molti problemi nel caso una giocata risultasse molto conveniente proprio su quel sito in cui adesso son rimasti pochi spiccioli…

È fondamentale non lasciare mai troppi soldi sui più conti di gioco, sia per non disperdere in giro il proprio bankroll, sia per non cadere in tentazioni di giocate last minute fatte più per voglia che per ragionamento.

Come è possibile quindi gestire il proprio bankroll “spalmandolo” su più siti? Molto semplicemente ricorrendo a Paypal, Postepay, Neteller, Skrill, ossia piattaforme su cui i bookmaker accettano prelievi/accrediti in tempo reale.

Nella pratica, io solitamente decido il mio bankroll di giornata, decido le giocate, poi ricarico i conti dei bookmakers che ho selezionato con l’esatto importo che voglio giocare. In caso di vincita, riscuoto subito lasciando il conto a zero e ricominciando daccapo la volta successiva. Questo procedimento è inoltre molto opportuno se non si tiene una contabilità maniacale delle entrate/uscite (cosa che andrebbe comunque fatta) in quanto basterà controllare l’estratto conto della propria piattaforma di pagamento per capire se si è i attivo o in passivo.